Vienna - dati e fatti

Vienna è la capitale ed al contempo anche la più piccola delle nove regioni dell’Austria. Vienna si trova nel cuore dell’Europa, lungo il Danubio, ai piedi delle propaggini nordorientali delle Alpi (coordinate geografiche: 48° 12’ 32‘‘ N, 16° 22’ 27‘‘ O). Il centro della città (Duomo di Santo Stefano) è situato ad un’altezza di 171 metri s.l.m.. La città è caratterizzata da un mite clima di transizione con influssi continentali e oceanici. In media si contano 67 giornate estive (con temperature di 25° C e superiori) e 50 giornate di gelo (con temperature inferiori ai 0° C). La situazione atmosferica è perlopiù occidentale, la temperatura media dell’aria nel corso dell’anno è di 11° C, le precipitazioni arrivano a 600 mm/anno.

Storicamente Vienna è situata al punto d’incontro tra diverse culture e vie di comunicazione, lungo quella che era la Strada dell’Ambra ed il Danubio. I primi reperti archeologici risalgono al paleolitico. La colonizzazione di Vienna fu avviata dagli Antichi Romani che realizzarono un accampamento militare ed un centro civile nella zona dove ora si trova il centro storico. Nel 1156 Vienna divenne la residenza dei duchi Babenberger. Nel periodo di reggenza degli Asburgo Vienna fu per oltre sei secoli capitale dell’impero e città di residenza asburgica. L’antico centro storico della metropoli della cultura e capitale mondiale della musica è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’Umanità.

L’area urbana è suddivisa in 23 distretti, comprende approssimativamente 415 km² e vi abitano 1,8 milioni di persone (al settimo posto in Europa per la densità demografica, circa 4.300 abitanti per km²). L’area metropolitana di Vienna comprende 2,6 milioni di abitanti, quasi un quarto di tutti gli austriaci vive qui. Nel 1995 l’Austria è entrata a far parte dell’UE ed ha sottoscritto il Trattato di Schengen. La sua valuta è l’euro, la lingua ufficiale è il tedesco. L’Austria adotta il tempo medio dell’Europa centrale CET (UTC+1), in estate (dall’ultima domenica di marzo dalle ore 2 CET fino all’ultima domenica di ottobre alle ore 3 CET) l’ora legale dell’Europa centrale CEST (UTC+2).

Nel 2015 Vienna è stata insignita per la sesta volta successiva dalla società di consulenza internazionale Mercer dell’attributo di “Città più vivibile al mondo”. Ogni anno la Mercer svolge uno studio per valutare la qualità di vita di 230 metropoli in tutto il mondo. Tra i criteri ci sono il clima politico sociale ed economico, l’assistenza sanitaria, le opportunità in campo formativo e le infrastrutture, tra cui la rete di trasporti pubblici e l’approvvigionamento elettrico ed idrico. Inoltre vengono messe a confronto offerte ricreative come ristoranti, teatri, cinema, possibilità di praticare attività sportive, disponibilità di beni di consumo, dagli alimentari alle autovetture, nonché le condizioni ambientali (dagli spazi verdi all’inquinamento atmosferico).

La metà dell’area comunale urbana di Vienna è costituita da spazi verdi, giardini, parchi, boschi e zone agricole. Nel 39 percento dei casi, per muoversi all’interno della città si usano i trasporti pubblici, un record europeo. Inoltre la città è l’unica al mondo a vantare un’area coltivata a vite degna di nota all’interno dei limiti urbani. Vienna dunque non è solo regione e capitale dell’Austria, ma anche un’area vitivinicola con una superficie coltivata a vitigni di ben 700 ettari (all’incirca 80 percento di vitigni di uve bianche).

Solo 60 chilometri separano Vienna da Bratislava, capitale della Repubblica Slovacca, inoltre la capitale austriaca ha un ruolo fondamentale nell’ambito della regione europea fondata nel 2003 Centrope, nonché nella rete di trasporti internazionale. L’aeroporto Wien-Schwechat (Vienna International Airport) nel 2015 ha registrato 22,8 milioni di passeggeri. Diverse strade europee di grande comunicazione e numerose linee ferroviarie transregionali toccano Vienna. Con la sua nuova Stazione ferroviaria centrale Vienna ha assunto un’importanza ancora maggiore come moderno snodo della rete ferroviaria transeuropea.

Vienna è inoltre anche una delle quattro sedi principali dell’ONU ed ospita numerose altre organizzazioni internazionali tra cui l’OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), l’OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), l’AIEA (Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica) e l’UNIDO (Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale). Grazie alla sua posizione geografica Vienna funge per molte aziende internazionali da trampolino di lancio verso l’est europeo.

Nell’anno 2014 il Vienna Convention Bureau ha registrato 779 congressi internazionali a Vienna. Nella classifica della “International Congress and Convention Association” (ICCA) Vienna nel 2014 era al secondo posto.

 

 

impronta / condizioni
OK